UNA NUOVA VITA,
PIÙ JUGGLING,
MENO RIFIUTI.

CREIAMO UN LOOP VIRTUOSO, LA PLASTICA NON È UN AGENTE INQUINANTE SE NON HA LA POSSIBILITÀ DI INQUINARE.

POSSIAMO RICICLARE OGNI COMPONENTE DEI VOSTRI VECCHI ATTREZZI PLAY E DARE LORO NUOVA VITA, UTILIZZANDO SOLO ENERGIA GREEN. CREDIAMO NELLA CULTURA DEL RICICLO, SOGNIAMO DI VIVERE IN UN MONDO SOSTENIBILE.

RECYCLE, #RE-PLAY

#RE-PLAY

I tuoi vecchi props hanno
ancora un valore: rimandaceli!

Inviaci i tuoi attrezzi play usati

1. INVIACI I TUOI ATTREZZI PLAY USATI

Segui gli step del nostro processo di riciclaggioFenice con pacco attrezzi Play
Il loro valore sarà scontato dal tuo nuovo ordine

4. IL LORO VALORE SARÀ SCONTATO DAL TUO NUOVO ORDINE

Noi li smontiamo e ricicliamo ogni componente

2. NOI LI SMONTIAMO E RICICLIAMO OGNI COMPONENTE

Fenice che ottiene uno sconto sul suo ordineSegui gli step del nostro processo di riciclaggio
Segui gli step del nostro processo di riciclaggioFenice che smonta clava
Dando vita a nuovi oggetti

3. DANDO VITA A NUOVI OGGETTI

#RE-PLAY

Sappiamo che già lo fai.
Ora iniziamo a farlo meglio.

E’ un’idea che ha preso forma nel corso degli anni e che oggi più che mai ci sembra  la risposta più responsabile alla urgente necessità di riciclo dei rifiuti.

Molto spesso infatti, spiegando  ai visitatori degli stabilimenti PLAY il funzionamento dei processi produttivi e dei vari macchinari, mostriamo loro come tutti gli scarti di produzione vengono macinati e ridotti in granuli per essere subito riutilizzati come materia prima.

Ogni volta vediamo sguardi piacevolmente sorpresi da questa notizia. In realtà per noi è una cosa  normale, lo facciamo da sempre, perché rappresenta un notevole risparmio, è facile e conveniente.

FACILE perché abbiamo le attrezzature necessarie per riciclare internamente.
CONVENIENTE perché ogni Kg rigenerato è un Kg risparmiato.

Quando acquistiamo componenti da aziende produttrici esterne scegliamo solo fornitori locali. La vera ragione è che ci piace troppo avere un rapporto diretto e personale con i nostri collaboratori che ci spiegano i loro processi produttivi, ci mostrano nuove tecnologie e dai quali impariamo tante cose per sviluppare nuove idee.

Ma è proprio grazie a questa filosofia aziendale basata interamente sul rapporto con le risorse del territorio che, quando non possiamo riciclare componenti speciali come ad esempio la fibra di vetro, riempiamo una scatola di scarti  e la portiamo con il nostro furgone all’azienda produttrice che dista soli 4 km. Loro sì, sono attrezzati e certificati per il riciclo della fibra di vetro, perché è il loro mestiere.

Lo stesso succede con le scocche delle palline in PVC, che se buttate nella spazzatura verranno sicuramente  incenerite sviluppando pericolosi agenti inquinanti, mentre i nostri amici lo acquistano da noi ad un prezzo di mercato, lo riducono in granelli e lo riutilizzano al 100%.

Insomma tutto può essere riciclato al 100%, ma ci vogliono le risorse necessarie per farlo. Ed è questo il punto cardine del PHOENIX PROJECT, quello per voi sarebbe molto laborioso e complicato se non impossibile, per noi è normale e in più ci fa risparmiare.

Per questo lanciando questa iniziativa abbiamo deciso di dare un vero e proprio valore economico ad ogni oggetto restituito trasformandolo in sconto sull’acquisto di nuovi attrezzi.

E per chiudere il cerchio… tutti gli attrezzi PLAY  sono prodotti utilizzando esclusivamente energia solare prodotta dai nostri pannelli fotovoltaici già dal 2010  e quando i nostri impianti non ce la fanno da soli, acquistiamo energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

Come funziona?